Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

16 e 17 settembre, appuntamento con il 12° Ecorally San Marino per promuovere i carburanti più puliti

 

A darne notizia gli organizzatori dell’Ecorally San Marino, la prima gara di regolarità per autoveicoli alimentati con propulsioni e carburanti e alternativi, in occasione dell’apertura delle iscrizioni.



San Marino, 2 agosto 2017 – In Italia circolano 3.249.122 autovetture alimentate grazie a propulsioni e carburanti alternativi. Di queste 2.211.368 (5,84%) sono a doppia alimentazione benzina – GPL, 911.246 (2,41) a doppia alimentazione benzina – Metano, 117.433 (0,31%) sono ibride benzina, 5.743 (0,02%) elettriche e infine 3.332 (0,01%) ibride gasolio.
Tutte insieme rappresentano l’8,58% del circolante, che è pari a 37.876.138 unità. In crescita, rispetto al 2016, quando su un circolante autovetture di 37.351.233 di unità, le alternative valevano l’8,33%.
I dati, di fonte Aci e aggiornati al 31 dicembre 2016, sono stati diffusi dal Centro Studi del Consorzio Ecogas a 45 giorni dal via al 12° Ecorally San Marino, gara di regolarità riservata alle propulsioni alternative nata con l’obiettivo di promuovere e diffondere tecnologie e vantaggi della mobilità ecocompatibile.

Leggi tutto...

Il 16 e il 17 settembre 2017 le auto ecologiche da San Marino ad Arezzo

 

In preparazione le gare di regolarità valide per la Coppa F.I.A. Energie Alternative e per il Campionato Italiano per Energie Alternative e Rinnovabili



San Marino, 4 luglio 2017 – Ecorally San Marino, il 16 e il 17 settembre 2017 gli autoveicoli ecologici si sfideranno sul percorso San Marino, Sansepolcro, Arezzo in una competizione di regolarità giunta alla dodicesima edizione.

La gara, di respiro internazionale e nata nel 2006, ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a basso impatto ambientale, per dimostrarne le possibilità di utilizzo nella vita quotidiana.

Con l’edizione 2017 raddoppia: da un lato un esordio con il 1° E-Rally, competizione regolamentata F.I.A.(Federazione Internazionale dell’Automobile) alla quale possono iscriversi esclusivamente i mezzi totalmente elettrici - valida per la Coppa F.I.A. Energie Alternative e per il Campionato Italiano di Regolarità Energie Alternative e Rinnovabili - dall’altra il 12° Ecorally, valido per il Campionato Italiano di Regolarità per Energie Alternative e Rinnovabili, al quale possono partecipare tutti gli altri tipi di veicoli alimentati con carburanti alternativi ovvero: ibridi elettrici, mono e bifuel gassosi (GPL, GNL e metano), biometano, biocarburanti, idrogeno.

Leggi tutto...

Alessandro Tramontano, Consorzio Ecogas a #FORUMautoMotive: “La mobilità a gas, GNC, GNL, GPL e biometano, costituisce uno strumento importante nelle mani dei policy makers”.

Cosa è emerso al Tavolo sulla Mobilità Sostenibile, che ha raccolto, da parte degli operatori del settore, raccomandazioni al Governo e alle Amministrazioni Centrali e Locali sulle leve che possono essere utilizzate per governare l’evoluzione della mobilità in funzione degli obiettivi nazionali.

Milano, 27 marzo 2017 - “Nel futuro della mobilità sostenibile ci sono un mix di azioni volte a ridurre le necessità di trasporto, orientare la mobilità verso modalità di trasporto più efficienti e sostenibili, migliorare l’efficienza e la sostenibilità dei mezzi di trasporto. Sono gli indirizzi raccomandati dagli stakeholder del Tavolo sulla Mobilità Sostenibile istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per l'elaborazione di una Road Map, al quale abbiamo partecipato nei mesi scorsi.”

Leggi tutto...

La richiesta dell’associazione del settore GPL e metano auto arriva dopo l’ennesimo avvertimento della Commissione europea.

Anche la Conferenza degli Assessori della Convenzione ICBI presenterà un piano d’azione al Ministero dell’Ambiente.

Parma, 16 febbraio 2017 - La Commissione europea ha comunicato ieri di avere ammonito Germania, Francia, Spagna, Italia e Regno Unito in quanto non avrebbero affrontato le ripetute violazioni dei limiti di inquinamento dell'aria per il biossido di azoto (NO2), che, sottolinea la Commissione in una nota, costituisce un grave rischio per la salute e proviene per la maggior parte dal traffico stradale.

Se gli Stati coinvolti non prenderanno subito misure adatte, la Commissione potrà decidere di deferirli alla Corte di giustizia dell'UE.

“Una criticità che va ad aggiungersi a quella già evidenziata riguardo alle polveri sottili – dichiara Alessandro Tramontano, presidente del Consorzio Ecogas – a causa della quale rischiamo sanzioni per un miliardo di euro.”

“Come associazione che rappresenta le aziende del settore dei gas per autotrazione – prosegue Tramontano – chiediamo alle Istituzioni di voler valorizzare al massimo il GPL e il metano, carburanti alternativi notoriamente a basso impatto ambientale e come tali riconosciuti dalla direttiva Dafi recentemente recepita anche in Italia”.

Leggi tutto...